venerdì 23 dicembre 2011

SMOG: REFERENDUM ANTI-REFERENDUM E BUONI CONSIGLI

Il Centrodestra oggi raccoglie le firme per fare un referendum contro il risultato del referendum di primavera che chiedeva la congestion charge pensando di convincere i 370mila milanesi che lì avevano votato a favore, ora magari assieme ad altri, di votare contro. Un po’ kafkiano, ma perbacco, siamo in democrazia. Poi il Centrodestra ricorre al TAR contro il ticket per i residenti. Poi fa esposti alla magistratura contro la delibera di vendita della SEA e in pratica contro tutti gli atti che la nostra coalizione fa, invocando l’intervento di quelle stesse toghe rosse che fino a 6 mesi fa aveva screditato in tutti i modi! Ma perbacco siamo in democrazia, e l’Opposizione può anche dare il peggio di se stessa, certo non è vietato. Ma, così per dire, ogni tanto una qualche proposta che sia utile per i cittadini milanesi??? Altra cosa sono invece i consigli che Tognoli e Aleotti, in modo intelligente oggi ci rivolgono; ci pensiamo e ci ragioniamo, ma riteniamo che sia giusto e nostro dovere anteporre la salute dei cittadini a qualsiasi altra cosa, e in attesa di proposte più efficaci, continuare nella politica di rigore oggi adottata. Di sicuro servono tempo e misure strutturali, ne siamo straconvinti, ma quando la città diventa una camera a gas servono purtroppo anche misure di emergenza. Fermare le auto per 2 giorni, come è stato fatto non risolve certo un problema strutturale ma ci ha evitato molte malattie e forse anche qualche decesso per smog, come ci dice tutta la comunità medica. E altrettanto di sicuro non saremo certo tra coloro che fanno la danza della pioggia per cacciare lo smog.

martedì 6 dicembre 2011

SMOG: IL TRENO E’ PARTITO. LE ISTITUZIONI CHE HANNO A CUORE LA SALUTE DEI PROPRI CITTADINI SALGANO CON NOI.

SMOG: IL TRENO E’ PARTITO. LE ISTITUZIONI CHE HANNO A CUORE LA SALUTE DEI PROPRI CITTADINI SALGANO CON NOI. La coraggiosa scelta di questi giorni del Comune di Milano segna un passo decisivo nelle politiche antismog dove spesso si incontrano rarissimi amministratori che fanno e tantissimi altri che criticano quelli che fanno e che dicono “Ci vuole ben altro”. C’è chi pensa che lo smog si cacci via con le conferenze stampa, il Sindaco Pisapia e l’Assessore Maran hanno invece messo in campo misure concrete; sicuramente perfezionabili, non risolveranno certo tutti i problemi, ma rappresentano un inizio formidabile. E’ partito il treno, bene farebbero tutte le altre Istituzioni a salire assieme a noi, le misure sarebbero più efficaci per tutti. Certo la soluzione definitiva del problema è complicata, la via maestra è un sistema di mezzi pubblici che possono sostituire parte consistente del traffico privato, e per queste misure serve ovviamente più tempo. Ma siamo in piena emergenza sanitaria, abbattere anche solo della metà il livello di inquinamento vuol dire evitare malattie e forse salvare qualche vita. Questa è la nostro priorità e la nostra direzione, sarebbe diabolico essere costretti a fare le cose da soli.